BEPI PEZZULLI

"La scelta di stare alla periferia d'Europa per conquistare più centralità nel mondo. Brexit è estremamente radicale e ferocemente conservativa. Very British, indeed". In ITALIA ATLANTICA, Almanacco Geopolitico 2020Saggi di Mario Angiolillo, Daniele Bracchi, Riccardo Bruno, Emanuele Canegrati, Simone Crolla, Corrado de Rinaldis Saponaro, Niram Ferretti, Rebecca Mieli, Alessandro Minuto-Rizzo, Amy K Rosenthal, Bepi Pezzulli, Daniel Pipes, Barbara Pontecorvo, Sergio Vento.

Mondo Nuovo. Pescara, 2019.

L'Almanacco geopolitico 2019 di Italia Atlantica ripercorre gli eventi di un anno ricco di interrogativi, ma avaro di risposte. L'incertezza ha dominato, e presumibilmente continuerà a dominare, il panorama di una lunga transizione verso nuovi assetti globali, regionali e geopolitici per governare i temi della sicurezza, della crescita e della gestione delle relative crisi. Il multilateralismo è sembrato incepparsi; ma, a circa 30 anni dalla fine dell'assetto bipolare, l'auspicabile governance multipolare ha ceduto il passo ad un confuso assetto a-polare.

Gli USA hanno offerto concrete manifestazioni di una capacità di crescita economica ed occupazionale, accompagnata dal raggiungimento di nuove intese commerciali con il Canada, il Messico ed infine con la stessa Cina. Purtroppo, paradossalmente, la prospettiva di analoghe intese con l'Unione Europea non è sembrata figurare tra le priorità per entrambe le sponde dell'Atlantico.

In modo quasi speculare il 2019 ha offerto la conferma di un'Europa alla ricerca di se stessa, dopo lo shock della Brexit. Per l'Italia in particolare, l'uscita del Regno Unito costituisce il venir meno di un tradizionale contrappeso all’ evidente egemonia franco-tedesca nell'Unione, anche se l'opt-out di Londra dall'Unione Monetaria, nel 1992, ne aveva fortemente ridotto l'influenza nei processi decisionali e comunque evidenziato le storiche peculiarità dell'economia britannica negli scenari globali. Cionondimeno resta il convincimento che il Regno Unito, con la sua posizione nei servizi finanziari e nelle tecnologie avanzate, rimanga un forte partner, complementare e non competitivo, per un'economia manifatturiera quale quella italiana, anche sui mercati terzi dell'Asia e dell'Africa. Si tratterà di saper cogliere le opportunità del nuovo scenario.

In Cina, le tensioni sul commercio internazionale, le controversie attorno al coinvolgimento di Huawei nell'infrastruttura 5G e la rivolta democratica di Hong Kong hanno evidenziato le contraddizioni di un Paese dove futuro e passato coesistono in forme estreme e le dimensioni dei fenomeni, positivi e negativi, ne rendono aleatoria la lettura.

Saggi di Mario Angiolillo, Daniele Bracchi, Riccardo Bruno, Emanuele Canegrati, Simone Crolla, Corrado de Rinaldis Saponaro, Niram Ferretti, Rebecca Mieli, Alessandro Minuto-Rizzo, Amy K Rosenthal, Bepi Pezzulli, Daniel Pipes, Barbara Pontecorvo, Sergio Vento.

IL MESSAGGERO  (Roberta Amoruso) 

BUSINESS INSIDER  (Francesca Parodi)

ATLANTICO  (Daniele Capezzone)

IL GIORNALE  (Antonello Angelini)

AFFARITALIANI  (Salvatore Passaro)

IL SECOLO D'ITALIA  (Laura Ferrari)

ITALIA OGGI  (Gian Marco Giura)

IL FOGLIO  (Maria Rosaria Marchesano)

IL SOLE 24 ORE  (Mario Angiolillo)

FORMICHE  (Mario Angiolillo)

IL PASSAPAROLA DEI LIBRI

Segui

© 2019 Bepi Pezzulli
 www.bepipezzulli.eu

 

Chiama

T: 0362 1571912   

  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco RSS Icon